dubbi sul primo incontro

Ogni anno è la stessa cosa. Ci penso, mi preparo, configuro le possibili strategie ma poi resto con gli stessi dilemmi.
Come comportarmi con le classi, al primo incontro?
Come in tutte le relazioni fra gli esseri umani, il primo impatto è determinante. All’università il professore di semiologia, quando presente, teneva lezioni molto interessanti sulla “struttura d’esordio” dei racconti e dei romanzi.
Anche i venditori sanno perfettamente che essere i primi a proporre l’offerta può essere molto rischioso.
Per ragioni istituzionali tocca al professore fare la prima mossa. Meglio push e determinato o più morbido e possibilista? Meglio insistere sui voti o sul clima della classe?
Ogni anno ho l’impressione di sbagliare.

inizio delle lezioni

Inizierò mercoledì perché il primo giorno di scuola, martedi, è dedicato alle prime. Come spesso accade sono un po’ teso: non so come sono le persone; quale strategia adottare? Che tanta qualsiasi strategia adotti entro i primi 100 giorni si rivela del tutto vana e inutile.

Ho diverse proposte per colleghi e studenti, vediamo cosa riuscirò a realizzare.