esami di stato: valutazione

La commissione elabora le griglie di correzione e valutazione delle prove. Negli anni si sono consolidati linguaggio, tabelle, voti e la cosa è relativamente veloce oltre che omogenea.

Gli “elaborati” devono essere letti e valutati collegialmente. Tipicamente le prime prove valutate sono riconsiderate dopo che se ne sono lette una certa quantità perché i giudizi sono ancora da calibrare. In genere i membri esterni chiedono qualche informazione se gli elaborati sono particolari, nel bene o nel male.

Valutare è il lavoro sporco dell’insegnante. Nessuna persona sana di mente esprime un giudizio senza almeno un tremore e chi non trema è inesperto. La radice del problema è che siamo stati educati a trovare gli errori per valutarli secondo la proporzione: quanti meno errori tanto più alto il voto. Ma trovare errori è facile. Più difficile elogiare per quanto di bello o “giusto” la persona abbia fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...