ancora su violenza

Qualche tempo fa avevo ipotizzato un’analogia fra violenza e droga. Ora ascolto questa intervista sull’Internazionale del sociologo Farhad Khosrokhavar che studia il fenomeno dei foreign fighters europei. Oltre un’osservazione interessante sulla differenza fra al Quaida e ISIS consistente nella maggiore disponibilità di denaro dei secondi, mi colpisce quanto dice sulle ragioni per cui molti ragazzi europei sono affascinati dalla Jihad. Non tanto la religione, che a quanto dice scoprono successivamente e comunque selezionando le parti del Corano più violente, quanto l’euforia legata alla violenza.

Mi vengono in mente due scene del film Arancia meccanica.

Annunci

6 thoughts on “ancora su violenza

      1. E infatti come film sulla malavita è secondo solo a Quei bravi ragazzi (come ho scritto anche nel post). Grazie per la risposta! 🙂

      2. In dvd trovi “Non predicare… spara!”. Lascia stare il titolo trash che gli hanno dato in italiano, è un film magnifico. I motivi li ho spiegati in una mia recensione dell’anno scorso, mi sembra Gennaio 2015. Buone visioni! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...