Le mani che ci sostengono

Per molti anni ho vissuto nella certezza, ingiustificata, che dovessi fare da solo. Prevaleva in me l’idea che dovessi affrontare i problemi senza avere a fianco nessuno. Qualsiasi difficoltà incontrassi, me ne facevo carico senza mettere in conto la possibilità del sostegno di qualcuno. Senza riflettere troppo sui costi e i benefici delle imprese in cui mi imbarcavo ma sentendomi una specie di eroe e martire solitario.

Cieco e sordo di fronte alle mani e alle parole che mi sostenevano e mi accompagnavano, mi pare di essere stato responsabile di un generale sciupio affettivo e creativo di cui mi rammarico. A ben guardare direi che è stata un’usura che ha logorato me stesso in primo luogo.

Tuttavia delle mani soccorrevoli e delle parole gentili ci sono state e oggi posso essere loro grato per quel poco che ho fatto. Ora si tratta di ricominciare rinunciando alla solitaria gloria del “fai da te” per vivere con i cittadini di una nazione che ho frequentato poco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...