su giganti, spalle e scalare

La frase “Nani sulle spalle di giganti” risale al 1159 ed è stata pronunciata da Bernardo di Chartres. Poi è stata ripresa da Newton che scrisse: “Se ho visto più lontano, è perché stavo sulle spalle di giganti “. Insomma roba antica che scotta e riunisce Medioevo e scienza.

Quando si incontra un gigante si ha paura e ci si irrita. Perché lui, o lei, giganteggia mentre noi stiamo qua in basso all’ombra della sua mole e potenza. Se poi in gioco c’è anche un prestigio intellettuale la rabbia e l’invidia aumentano. Se poi il gigante lo incontriamo in care e ossa e non solo tramite la sua opera è ancora peggio.

Ma salire sulle sue spalle è salutare e inizia riconoscendo che abbiamo a che fare con un gigante. Se non ne vediamo le proporzioni, non possiamo salire sulle sue spalle. Oppure pensiamo di poterci caricare sulle nostre spalle la sua grandezza e ne usciamo schiacciati.

Vedere la grandezza misurarci con essa senza sminuirla o annichilirci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...