la fine dell’ingenuità

Che il web 2.0 sia diverso dalla rete di fine primo o di inizio secondo millenio, lo so. Ma avendo letto il report di Luca De biase dell’intervento di Rodotà al seminario Internet e democrazia tenutosi alla Fondazione Basso il 20 aprile scorso, vedo scritto nero su bianco che “L’idea dello spazio internettiano libero e autoregolato si confronta con la pratica dell’influenza sempre più chiara degli stati nella struttura della rete”.

Lo spazio della rete non gode più di quella libertà anarchica e innocente, forse, che ho avuto il piacere di sperimentare. Una volta messo a tacere il fischio del modem 33.6 sono arrivate le silenziose linee ADSL e con esse spazi sociali diversi che forse rendono praticabile l’idea di democrazia deliberativa partecipativa, come ha sostenuto Jean Carlos De Martin.

Quindi da un lato la perdita dell’ingenua speranza che Internet restasse uno spazio incontrollato dalla censura ma dall’altro nella nuova Internet si possono ritrovare forme di partecipazione che sembravano perdute. Meno ingenui per tempi in cui il rapporto fra Internet e democrazia si fa più maturo.

Ma il seminario, cui purtroppo non ho partecipato, è stato interessante anche perché ha toccato l’educazione. La tesi è che l’offerta educativa può cambiare se risponde alla domanda posta dagli studenti di un racconto del futuro. E qui, direi, entra in gioco la maturità e allo stesso tempo la speranza: raccontare un futuro ai giovani praticabile. Mi piace.

Annunci

4 thoughts on “la fine dell’ingenuità

  1. Condivido la nostalgia del piacevole fischio del modem, che dal suono capivi quando effettivamente si era connesso con il modem remoto, ..un pò meno piacevole è il ricordo della velocità di connessione…molto meglio oggi con l’adsl. Penso come te che il popolo della rete è diventato più maturo e
    più consapevole dell’utilizzo dello strumento web 2.0, quindi meno passivo rispetto al periodo modem con fischio e più partecipativo e sociale. Ma trovo molto interessante notare le differenze tra noi dinosauri della rete e ragazzi
    …nati con l’adsl in casa, i nativi digitali…che vivono in maniera naturale tutto questo. Noi vediamo la rete
    con gli occhi di chi ha vissuto il passato, mentre loro vivono il presente ….la cosa che noto impazziscono quando non sono connessi…si sento quasi fuori dal mondo e quando sono connessi sono super reattivi, riescono a utilizzare i vari dispositivi (smartfone, tablet pc) e applicativi del web 2.0 con una velocità e semplicità disarmante.

    1. I ragazzi vivono il presente. Vero. Come sempre quando si è giovani. Ricordo l’urlo di Jim Morrison: “We want the world and we want it now”. E quando si vive il presente non si fa caso ad altro: futuro o passato.

      Non so dire cosa sarà di tutto ciò. Nel frattempo aggiungo il link a un articolo dell’Harvard Business Review, intitolato Stop documenting, start experiencing (http://blogs.hbr.org/cs/2012/04/stop_documenting_start_experienc.html?referral=00563).

      Per portare nel presente un giovane mai arrivato al futuro Jimy Hendrix: Are you experienced (http://www.youtube.com/watch?v=zX0XVEmwlfs)

      1. Interessante l’articolo di Daniel Gulati “Stop documenting, start experiencing”. In effetti è uno dei tanti aspetti dell’utilizzo dei social Network, quello di far leva sulla voglia di protagonismo che ognuno di noi ha dentro (pur di postare qualcosa ad esempio una foto, non si vive il momento reale).

        Ognuno di noi può diventare protagonista del proprio blog, del proprio social media, poi c’è la voglia di confrontarsi con gli altri,…. si ha la senzazione probabilmente di non essere soli….L’importante è non incorrere nel rischio “Patologia” che se non postiamo subito qualcosa (a discapito di vivere il momento attuale) la gente del web si dimentichi di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...